Ritorna Spiral69, il progetto tra new/dark wave e pop di Riccardo Sabetti. “No Paint on the Wall” è il suo secondo album, prodotto da Megasound e con distribuzione Zebralution/Megasound.

Sono passati quasi due anni dal suo ultimo lavoro, "A Filthy Lesson for Lovers” (2009), nel frattempo qualcosa è cambiato. Come rinchiusa in una stanza senza luce, la musica di Spiral69 esce da una crisalide e diventa più aggressiva con sé stessa.
Lacerata da tormentate riflessioni, in quelle che dovrebbero essere le mura di una stanza che serve a capire o fuggire da paure e debolezze, il sound di “No Paint on the Wall” finisce per creare una condensa di undici ballate che sanno di sesso e disperazione. E allora le prospettive cambiano: l'amore diventa una penitenza da scontare, Dio è un nemico, la morte è l'unica via per capire che siamo vivi, il sesso è
un’ossessione.

“No Paint on the Wall” è l’evoluzione stilistica e compositiva nata dalla produzione "on the road" dei brani. È durante il tour del precedente album, infatti, che si è articolato il lavoro di gruppo che – a differenza dell’album precedente (scritto, arrangiato e suonato da Riccardo Sabetti) – vede coinvolti direttamente Licia Missori al piano, Stefano Conigliaro alla batteria ed Enzo Russo alle chitarre. Basso e pianoforte diventano strumenti chiave dell'intero album, potenza e tenacia ritmica ne definiscono i contorni. La trama di archi (Andrea Ruggiero) ne intesse la dolcezza e una voce più profonda, ancora più emotivamente densa, trattiene il tutto rappresentando la soluzione e la sintesi del mood di Spiral69.

Spiral69 nasce nel 2007 come progetto solista di Riccardo Sabetti (Pixel, Argine) che abbandona dark, industrial e synth pop dopo essersi innamorato delle alchimie viscerali e agrodolci di sessioni compositive tra chitarra, pianoforte ed violino. Ne estrapola le melodie più passionali, trattiene venature gothic e flussi neoromantici, focalizzandoli in un percorso pop e new wave. Reduce del buon successo di critica riscosso in Italia e all’estero per “A Filthy Lesson for Lovers”, nell’ottobre 2010 Spiral69 viene notato e invitato da Steven Hewitt (storico batterista dei Placebo) ad essere la band di supporto nel tour italiano del suo nuovo progetto Love Amongst Ruin. “No Paint on the Wall” ha permesso a Spiral69 di tirare le somme e di guardarsi bene allo specchio: il suo suono, pur sempre riportando a suggestioni di Joy Division, The Cure, Nick Cave, Placebo e alla new wave più scura dei primi anni '80, assume finalmente una sua definita identità.

Line up:
Riccardo Sabetti (Voce/Basso/Synth)
Licia Missori (Pianoforte)
Andrea Freda (Batteria)
Enzo Russo (Chitarra)


English Version:

The history of Spiral69 begins in 1992, when Riccardo Sabetti, returning from a concert by The Cure, decides that will do the musician in life: a sudden decision and sudden that changes his entire life. Lot of years later, in 2001, is published "Fiori 0.2", the first album by Pixel, industrial project in which Riccardo is the author, voice and guitars . Later he began working with the historical formation dark wave, Argine. In 2007 left the band to work on his solo project, Spiral69 and released his first album "A Filthy Lesson for Lovers" with Megasound: the album gets excellent results in specialized magazines and fanzines, and is followed by a long series of concerts throughout Europe, where Riccardo is accompanied by Enzo Russo on guitar Andrea Freda (from Spiritual Front) on drums and Licia Missori on piano.

In 2010 the band is the support band to the Italian tour of Love Amongst Ruin, the project of the historic drummer of Placebo, Steven Hewitt.

In March 2011 the band released the highly anticipated second album "No Paint On The Wall", which consecrate the creature of Sabetti to the public and the press all over Europe. This was followed by a lot of gigs to promote the album,  and the vies of "Love is for Losers" and  "Best Porno". This video gets over 20,000 views in a small time, or "The Girl Who Dances Alone at the Disco" that shows the band duet with Tying Tiffany.

During the tour following the album's release, the band is chosen from Lou Reed to be part of the soundtrack of her first film / documentary titled "Red Sherly" with the song "Berlin".

Currently the band is involved in the production of an EP scheduled for September 2012, produced by Steve Hewitt (Placebo / LAR) and mixed by Paul Corkett (Sound engineer for Nick Cave, Radiohead, the Cure, Bjork, Placebo and many more .. ) which will be published in September.

Spiral69 is one of the few Italian bands that played at the Wave Gotik Treffen 2012, the most important festival of dark / wave in Europe.

Guarda il video Spiral69 - COLD - (Official Video)

Spiral69 - COLD - (Official Video)

Guarda il video Spiral69 - BEST PORNO - (Official Video)

Spiral69 - BEST PORNO - (Official Video)

 

Per info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Spiral 69 on social network

For further information on Spiral 69 please visit

http://www.reverbnation.com/thespiral69
http://www.lastfm.it/music/Spiral69


SPIRAL69 - FAKE LOVE (feat. SPIRITUAL FRONT)
Singolo in free download soul sit di Ritual Magazine
http://www.ritual-magazine.com

Wardance on social network

Music for pleasure its not music no more music to dance to music to move this is music to march to to dance the war dance
(Wardance – Killing Joke)
Close
ranktrackr.net