Autore Topic: Patrick McGrat  (Letto 7819 volte)

Offline absinthe^

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 226
  • Fütter mein Ego!
    • Mostra profilo
Patrick McGrat
« il: Febbraio 27, 2011, 19:39:26 pm »
Ho letto ultimamente 2 libri di Patrick McGrat.
Follia e Spider.

Li ho trovati inquietanti, insani e bellissimi.

patrick McGrat È nato a Londra, nel 1950, e vive tra Londra e New York. È cresciuto nel manicomio criminale di Broadmoor dove il padre lavorava come psichiatra. A 21 anni si è trasferito in Canada dove ha lavorato nell’ospedale di Oakridge. Non ha perciò seguito la strada del padre e non si è laureato in psichiatria; la sua irrequietezza lo ha portato altrove, alla scrittura, ed ha immediatamente conquistato i lettori con la trama originale e coinvolgente di Follia.

Bibliografia [modifica]

Romanzi [modifica]
1989 - Grottesco (The Grotesque), Adelphi 
1990 - Spider (Spider), Bompiani
1993 - Il morbo di Haggard (Dr Haggard's Disease), Adelphi 
1996 - Follia (Asylum), Adelphi (ISBN 8845913600)
2000 - Martha Peake (Martha Peake: A Novel of the Revolution), Bompiani 
2004 - Port Mungo (Port Mungo), Bompiani 
2007 - Trauma (Trauma), Bompiani

Antologie di racconti [modifica]
1988 - Acqua e sangue (Blood and Water: And Other Tales), Bompiani 
1989 - The Angel: And Other Stories
2005 - La città fantasma (Ghost Town. Tales of Mahnattan Then and Now), Bompiani 


(film tratti dai suoi romanzi)
1995 - The Grotesque, di John-Paul Davidson
2002 - Spider (Spider), di David Cronenberg
2005 - Asylum, di David Mackenzie



Follia è un romanzo psicologico di Patrick McGrath ambientato nel 1959 in Inghilterra.
Tratta dell'ossessiva storia d'amore tra Stella Raphael, moglie di Max Raphael, vicedirettore di un manicomio criminale nei pressi di Londra, ed Edgar Stark, artista detenuto per uxoricidio. La vicenda è narrata in flashback in prima persona da Peter Cleave, amico dei Raphael nonché psichiatra di Edgar, che riporta nel suo racconto dei fatti l'analisi attenta della psiche dei due innamorati, di come questa vada via via distruggendo sé stessa e ciò che le sta intorno.
Nel 2005 dal romanzo è stato tratto un film omonimo, con la regia di David Mackenzie.




la malattia mentale devasta la vita del protagonista per stadi progressivi e ne condiziona in modo schiacciante l'intera esistenza.prima appare sommessamente,come una crepa che sinistra si insinua su un antico solaio,ma all'insegna del climax ascendente che domina il racconto,essa aleggia sempre piu' devastante ,ingombra minacciosa la psiche del povero malato,fino a creare un doppio io, arriva a dettare le cadenze di vita della vittima,il tempo comincia a trascorrere in modo anomalo, il delirio produce drammi a ripetizione analizzati attraverso la elettrizzante fiction letteraria che l'abile romanziere ha saputo creare.alla fine e' solo dominio schizofrenico,senza freni,non piu' controllato.condotto lungo il crinale della tragedia onirica frammista ad eventi delittuosi apparentemente fantasmagorici,tutti riconducibili al povero spider,il quale lascia infine intravedere quale sorte amara abbia per lui decretato la sua malattia incurabile. Una fine inevitabile, probabilmente.
« Ultima modifica: Febbraio 27, 2011, 20:54:32 pm da dampyr_D »

Offline dampyr_D

  • Global Moderator
  • *****
  • Post: 9442
    • Mostra profilo
    • Wardance
Re:Patrick McGrat
« Risposta #1 il: Febbraio 27, 2011, 20:00:06 pm »
 :good:

riesci a reperire una copertina dei 2 libri?  ;)
In God We Trust In Car We Rust

Credo però che l' avvento dei vari Facebook, Myspace, Twitter etc. abbia cambiato tutto.
Meglio, a mio avviso, per chi vuole stare veramente su un Forum, perchè almeno ci si leva di culo tutti (o quasi) gli egocentrici ed i narcisisti (cit Gianni Bukowsky)

Offline dampyr_D

  • Global Moderator
  • *****
  • Post: 9442
    • Mostra profilo
    • Wardance
Re:Patrick McGrat
« Risposta #2 il: Febbraio 27, 2011, 20:53:50 pm »
very good
In God We Trust In Car We Rust

Credo però che l' avvento dei vari Facebook, Myspace, Twitter etc. abbia cambiato tutto.
Meglio, a mio avviso, per chi vuole stare veramente su un Forum, perchè almeno ci si leva di culo tutti (o quasi) gli egocentrici ed i narcisisti (cit Gianni Bukowsky)

Offline absinthe^

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 226
  • Fütter mein Ego!
    • Mostra profilo
Re:Patrick McGrat
« Risposta #3 il: Febbraio 27, 2011, 21:10:49 pm »
ho fatto un pò di casino :P ma è nella norma con me :) sistemato.

Offline Nsamkeit

  • Newbie
  • *
  • Post: 21
  • NEVER BE ENOUGH TO FILL ME UP - NIN-
    • Mostra profilo
Re:Patrick McGrat
« Risposta #4 il: Febbraio 27, 2011, 23:37:23 pm »
Follia è stupendo, lo adoro l'ho letto almeno 3 volte *_*
"Mi sveglio sempre in forma e mi deformo attraverso gli altri"
A. Merini

-NEVER BE ENOUGH TO FILL ME UP- NIN

Offline absinthe^

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 226
  • Fütter mein Ego!
    • Mostra profilo
Re:Patrick McGrat
« Risposta #5 il: Febbraio 28, 2011, 14:35:25 pm »
Follia è stupendo, lo adoro l'ho letto almeno 3 volte *_*
si, stupendo. io nn riuscivo a staccarmene.

Offline obscurecity

  • Newbie
  • *
  • Post: 16
    • Mostra profilo
Re:Patrick McGrat
« Risposta #6 il: Marzo 06, 2012, 16:10:08 pm »
Ho letto ultimamente 2 libri di Patrick McGrat.
Follia e Spider.

Li ho trovati inquietanti, insani e bellissimi.

patrick McGrat È nato a Londra, nel 1950, e vive tra Londra e New York. È cresciuto nel manicomio criminale di Broadmoor dove il padre lavorava come psichiatra. A 21 anni si è trasferito in Canada dove ha lavorato nell’ospedale di Oakridge. Non ha perciò seguito la strada del padre e non si è laureato in psichiatria; la sua irrequietezza lo ha portato altrove, alla scrittura, ed ha immediatamente conquistato i lettori con la trama originale e coinvolgente di Follia.

Bibliografia [modifica]

Romanzi [modifica]
1989 - Grottesco (The Grotesque), Adelphi 
1990 - Spider (Spider), Bompiani
1993 - Il morbo di Haggard (Dr Haggard's Disease), Adelphi 
1996 - Follia (Asylum), Adelphi (ISBN 8845913600)
2000 - Martha Peake (Martha Peake: A Novel of the Revolution), Bompiani 
2004 - Port Mungo (Port Mungo), Bompiani 
2007 - Trauma (Trauma), Bompiani

Antologie di racconti [modifica]
1988 - Acqua e sangue (Blood and Water: And Other Tales), Bompiani 
1989 - The Angel: And Other Stories
2005 - La città fantasma (Ghost Town. Tales of Mahnattan Then and Now), Bompiani 


(film tratti dai suoi romanzi)
1995 - The Grotesque, di John-Paul Davidson
2002 - Spider (Spider), di David Cronenberg
2005 - Asylum, di David Mackenzie



Follia è un romanzo psicologico di Patrick McGrath ambientato nel 1959 in Inghilterra.
Tratta dell'ossessiva storia d'amore tra Stella Raphael, moglie di Max Raphael, vicedirettore di un manicomio criminale nei pressi di Londra, ed Edgar Stark, artista detenuto per uxoricidio. La vicenda è narrata in flashback in prima persona da Peter Cleave, amico dei Raphael nonché psichiatra di Edgar, che riporta nel suo racconto dei fatti l'analisi attenta della psiche dei due innamorati, di come questa vada via via distruggendo sé stessa e ciò che le sta intorno.
Nel 2005 dal romanzo è stato tratto un film omonimo, con la regia di David Mackenzie.




la malattia mentale devasta la vita del protagonista per stadi progressivi e ne condiziona in modo schiacciante l'intera esistenza.prima appare sommessamente,come una crepa che sinistra si insinua su un antico solaio,ma all'insegna del climax ascendente che domina il racconto,essa aleggia sempre piu' devastante ,ingombra minacciosa la psiche del povero malato,fino a creare un doppio io, arriva a dettare le cadenze di vita della vittima,il tempo comincia a trascorrere in modo anomalo, il delirio produce drammi a ripetizione analizzati attraverso la elettrizzante fiction letteraria che l'abile romanziere ha saputo creare.alla fine e' solo dominio schizofrenico,senza freni,non piu' controllato.condotto lungo il crinale della tragedia onirica frammista ad eventi delittuosi apparentemente fantasmagorici,tutti riconducibili al povero spider,il quale lascia infine intravedere quale sorte amara abbia per lui decretato la sua malattia incurabile. Una fine inevitabile, probabilmente.
Bah sai tempo fa quando l'ho letto mi è sembrato interessante, ma la trama un pò scontata - la moglie del primario che fugge con l'artistoide è un pò un clichè...
beati voi che siete venti/trentenni... vi seguo perchè mi ricordate i miei 20/30anni... "il caos è un'opportunità"...

Offline vamperotica

  • Newbie
  • *
  • Post: 65
    • Mostra profilo
Re:Patrick McGrat
« Risposta #7 il: Marzo 07, 2012, 12:27:27 pm »
Follia è stupendo, lo adoro l'ho letto almeno 3 volte *_*
si, stupendo. io nn riuscivo a staccarmene.

Anche io...l'ho letto tutto d'un fiato qualche anno fa..dovrei rileggermelo, troppo bello  :)
Je suis l'empire à la fin de la décadence
(P. Verlaine)

La strada dell'eccesso porta al palazzo della saggezza
(W. Blake, Il matrimonio del cielo e dell'inferno, 1790)